La Lunigiana e i suoi vini

La Lunigiana terra di grandi vini

Un terroir unico che fonde la montagna e il mare

La Lunigiana, una terra ricca di tradizioni e di storia, la “terra della Luna” , è una zona che presenta un paesaggio diversificato ed atipico, caratterizzato dalla vicinanza di rilievi montuosi e mare. Intersecata, inoltre, dai percorsi medievali della Via Francigena,  segno di un’antica e intensa civiltà.

Le viti, coltivate sulle colline a sud, si affacciano verso il mare, ricevendo il sole diretto e quello che si riflette dallo specchio acquoso. Questa intensa illuminazione favorisce lo sviluppo della vite, e la perfetta maturazione dell’uva.

Proprio per il suo peculiare terroir i vini che ne scaturiscono sono frizzanti e profumati, caratteristici per il loro sapore un po’ asprigno.

In Particolare troviamo tre categorie di vini, oltre ai tipici IGT toscani, Colli di Candia, Colli di Luni ed i vini della valle del Magra a partire da Pontremoli.

 

Candia dei Colli Apuani DOC

(amabile e secco)

Sui pendii ripidi dei colli di Candia nei comuni di Carrara, Massa e Montignoso, i contadini hanno coltivato vitigni per millenni. Inizialmente era un lavoro difficile e massacrante con bassa resa a causa dello scarso raccolto di uva e dal limite naturale delle aree sottoposte a coltivazione. Ma negli anni ’30 ci fu la svolta tanto ambita; infatti all’Esposizione Italiana del Vino, i vini delle coline del Candia furono selezionati tra i migliori vini prodotti in Toscana, mentre nel 1981 sono stati catalogati come DOC. Un riconoscimenti che suggellò la qualità di questi vini.

In dettaglio abbiamo:

Vermentino Bianco – a percentuale minima dell’85% di uve di vermentino bianco, con un vino secco o dolce e da servire preferibilmente freddo con piatti della cucina locale, a base di erbe o pesce.

Vermentino nero – a percentuale minima dell’85% di uve di vermentino rosso, con un vino secco e speziato, perfetto se abbinato con piatti della cucina apuana.

Altri vini facente parte di questa famiglia sono: il Candia dei Colli Apuani bianco frizzante, il Vinsanto tradizionale (vino dolce da dessert), il Candia dei Colli Apuani “rosso” e “rosato”, che presenta un misto di Sangiovese, Merlot ed una percentuale non superiore al 20% di altre uve rosse toscane, da ultimo, non per qualità, abbiamo il Candia dei Colli Apuani Barsaglina o Massaretta.

 

DOC dei Colli di Luni

(fresco e secco)

Altra zona della Lunigiana dove i vitigni crescono sui pendii che si affacciano lungo il fiume Magra. La tecnica di coltivazione prevede il terrazzamento, soluzione di messa a coltura rimasta praticamente intatta da oltre 2000 anni. Questa consente la coltivazione dei vitigni in zone e terreni che altrimenti sarebbero stati difficilmente coltivabili. L’area di produzione è in gran parte situata in Liguria e comprende svariati comuni della provincia di La Spezia (tra cui Arcola, Castelnuovo, Luni, Sarzana e Ameglia) ed altri della Toscana, come per esempio Fosdinovo, Aulla e Podenzana in provincia di Massa Carrara.

In dettaglio abbiamo:

Vermentino: la varietà vinicola più pregiata della regione ed è caratterizzata da un colore giallo ed un profumo fortemente fruttato, caratteristica dominante dei vini bianchi di Luni

Bianco: che vede un connubio complesso di uve Vermentino e Trebbiano Toscano (così come altre varietà locali bianche)

Rosso: che prevede un mix più complesso di uve Vermentino e Trebbiano Toscano (così come altre varietà locali rosse)

Albarola è realizzata con l’85% di uve Albarola ed il restante 15% di altre varietà locali bianche.

Val di Magra I.G.T.

Questa tipologia di vini ha un’area riconosciuta con Indicazione Geografica Tipica (IGT) della Val di Magra comprende i territori dei comuni di Fivizzano, Casola in Lunigiana, Aulla, Licciana Nardi, Tresana, Villafranca in Lunigiana, Podenzana, Pontremoli, Filattiera, Bagnone, Fosdinovo, Carrara, Massa, Montignoso. Il bianco della Val di Magra è un ottimo vino servito con le torte speziate  locali, mentre il rosso della Val di Magra si sposa con piatti a base di agnello, mentre il rosato con formaggi a media stagionatura.

In dettaglio abbiamo:

Val di Magra bianco
– di colore giallo paglierino più o meno intenso;
– con odore delicato, intenso, dal profumo caratteristico;
– sapore secco, fruttato, corposo, armonioso.

Val di Magra rosso
– di colore rosso rubino;
– con odore fruttato e note speziate;
– sapore secco equilibrato con la giusta dose di tannino.

Val di Magra rosé
– di colore rosa intenso;
– con note fruttate ed aromi floreali;
– sapore secco, fresco ed equilibrato.

 

 

About

ti potrebbe interessare anche...

Rispondi