Castelnuovo Magra e le sue miniere

Non solo agricoltura in Val di Magra

Castelnuovo Magra ed il carbone

Spesso si crede che la Val di Magra sia una terra con una storia esclusivamente agricola.

Questo è vero in parte poiché, andando a curiosare nelle bibblioteche del posto, si possono apprendere informazioni che testimoniano l’insediamento di altre attività produttive che hanno gravato su questo territorio.

Sono diversi libri che parlano della storia dei borghi che si affacciano a questa terra bellissima.

Libri che parlano di una vita semplice e di lavori umili, ma importanti per l’intera area e per il Paese stesso.

Le miniere nell’ 800

Non tutti sanno che comune di Castelnuovo Magra, ad esempio, e stato un sito di estrazione di carbone.

L‘attività estrattiva inizia nel lontano ‘800, allorquando ditte sia italiane che straniere (inglesi) scoperto un giacimento di lignite, cominciarono ad estrarre il materiale.

La tipologia di carbone estratto però non risultò di buona qualità se paragonato ad altri tipi e l’attività ebbe vita breve.

Le miniere nel 900

L’attività estrattiva nel 900 ebbe un periodo alternato tra produzione e la chiusura.

Infatti riprese l’attività estrattiva a seguito della Grande Guerra.

Subì nuovamente la cessazione negli anni venti che riprese un decennio dopo, intorno agli anni trenta, allorquando si dovettero riaprire i pozzi per far fronte alle necessità del Paese a seguito dell’autarchia proclamata dal Duce.

Durante questi anni, il territorio venne sfruttato sia da aziende locali che da aziende provenienti da nord italia, quali la ditta Marchino di Casale Monferrato.

A pieno regime negli anni trenta ebbe un numero totale di operai di 700 unità.

La chiusura definitiva  delle miniere

Le miniere cessarono la loro attività in modo definitivo nel 1954.

Il materiale cominciava a scarseggiare, risultava di bassa qualità e non reggeva il confronto con equipollenti di origine straniera.

Le aziende, non più interessate ad investire in un’attività poco lucrativa, lasciarono i giacimenti in sublocazione agli operai.

Le miniere però dovettero esser definitivamente chiuse a seguito di ripetuti crolli con tristi conseguenze per i lavoratori che vi persero la vita.

La memoria

Sul comune di Castelnuovo Magra si trova oggi un centro commerciale che vuol evocare il passato.

Il centro infatti si chiama “la Miniera” per ricordare a tutti un periodo di storia fatto di sacrifici e sudore.

Di mani sporche, ferite, ma oneste.

Un ricordo di una popolazione che ha dato la sua giovinezza per la patria e per il suo paese.

 

About

ti potrebbe interessare anche...

Rispondi